Padre Giovanni Bonsignori CARISMA E SPIRITUALITÀ



Nel centenario della morte di
Padre Giovanni Bonsignori
         un ghedese da ricordare          

VENERDI’ 28-11-2014
ORE 20.30
CASA DEL GIOVANE
(via Lapapasini - Salone Paolo VI )

Padre Giovanni Bonsignori
CARISMA E SPIRITUALITÀ
Relatore: P. Maurizio Buratti
Padre Superiore dell'Istituto Bonsignori di Remedello



VIAGGI 2015 - AL VIA LE ISCRIZIONI!


Al via le iscrizioni per i viaggi del Nuovo Anno.
Pronto quello per Parigi con quotazione definitiva e in attesa della quota del Portogallo intanto pubblichiamo l'itinerario provvisorio.
N.B. Le quote sono per i tesserati Nexus, la tessera annuale costa € 10,00.


PARIGI



ISCRIZIONI ENTRO IL 15 DICEMBRE
PRESSO LE MADRI CANOSSIANE DI GHEDI
SI PREGA DI RISPETTARE I SEGUENTI ORARI
Dalle 09:00 alle 11:00
Dalle 15:00 alle 17:00

Oppure telefonando
 al n. 3317634299






Scarica da qui programma  e modulo di iscrizione


Itinerario Portogallo, a breve le quotazioni definitive






Corso di iconografia III Anno

CORSO DI ICONOGRAFIA A GHEDI ORGANIZZATO DAL GRUPPO DI ANIMAZIONE CULTURALE NEXUS



Sono aperte le iscrizioni per il Corso di Iconografia che si terrà a Ghedi presso l'oratorio S. Giovanni Bosco il mercoledì sera dalle 20.30 alle 23.00 a partire da Mercoledì 26 Novembre 2014 fino all'10 giugno 2015.
Un percorso atto a stimolare l'interesse all'arte iconografica, con cenni storici-teologici. L'intento è dare indicazioni teoriche e pratiche, con esercitazioni propedeutiche alla messa in opera dell'icona.
L’icona che verrà realizzata quest’anno sarà di tema mariano.

Per il tipo di corso anche se è il terzo anno che viene proposto è adatto a chiunque voglia fare questa esperienza anche se al primo approccio.


Scarica il PROGRAMMA  e il modulo di iscrizione da qui:

Modulo di iscrizione


Padre Giovanni Bonsignori - un ghedese da ricordare


Il Gruppo di animazione culturale Nexus , la coldiretti di Brescia e l'istituto Bonsignori di Remedello in occasione del centerario della morte del ghedese Padre Giovanni Bonsignori
Organizzano due eventi:


 
In occasione della GIORNATA PROVINCIALE
DEL RINGRAZIAMENTO 2014

CONVEGNO
GIOVEDI 13-11-2014
ORE 20.30
SALA CONSILIARE DI GHEDI
(P.zza Roma , ingresso Largo della Pace)

Padre Giovanni Bonsignori
PRETE, EDUCATORE, AGRONOMO

Al termine dell’incontro sarà offerto da Coldiretti un piccolo buffet di prodotti  tipici bresciani.
Tutta la cittadinanza è invitata.

INCONTRO DI APPROFONDIMENTO
VENERDI’ 28-11-2014
ORE 20.30
CASA DEL GIOVANE
(via Lapapasini - Salone Paolo VI )
Padre Giovanni Bonsignori
CARISMA E SPIRITUALITÀ



MILANO - MOSTRE DI CHAGALL - 27 DICEMBRE 2014

DUE MOSTRE UN GRANDE ARTISTA


PALAZZO REALE

La mostra di Chagall al Palazzo Reale di Milano, con oltre 220 opere, si presenta come la più grande retrospettiva mai dedicata in Italia al pittore russo.
Dipinti ancora nelle collezioni degli eredi, e talvolta inediti, si affiancano a capolavori provenienti dai principali musei del mondo, all’interno di un  percorso che intende illustrare l’intera produzione dell’artista, la cui vicenda biografica, quasi centenaria, gli ha permesso di venire a contatto con le più importanti avanguardie europee del Novecento
La mostra a Palazzo Reale si articola in un percorso cronologico che ripercorre le tappe artistiche della produzione dell'artista: le prime opere eseguite in Russia; il primo soggiorno francese interrotto dallo scoppio della Prima guerra mondiale, a cui segue il ritorno in Russia fino al 1921; l’esilio da Parigi occupata dai nazisti e la successiva fuga a Marsiglia, poi in Spagna e in Portogallo; il trasferimento in America negli anni Quaranta e il definitivo ritorno in Francia, tra la Costa Azzurra e la Provenza. Qui, superata la depressione causata dalla perdita della moglie nel 1944, ritrovò quei colori liberi e brillanti e quelle immagini piene di amore e gioia di vivere da sempre capaci di trasportarci in un mondo di leggerezza e fantasia, in una sorta di favola illustrata

MUSEO DIOCESANO

La mostra del Museo Diocesano offre la possibilità di ammirare 60 lavori che l’artista dedica al messaggio biblico. La forza creativa di Chagall ha un carattere esplosivo e si manifesta nella disseminazione di frammenti narrativi e simbolici che, nel loro insieme,  acquistano valore iconico. Egli fu affascinato sin dagli anni giovanili dalla Bibbia, da lui considerata come la più importante e affascinante fonte di poesia e di arte e si confrontò con questi temi per tutta la vita, sino alla realizzazione del ciclo sul Messaggio Biblico, negli anni Sessanta. I soggetti furono elaborati in varie occasioni, con tecniche diverse (acqueforti, oli, ceramiche, sculture....), di cui la mostra dà ragione. Fulcro dell’esposizione sono le 22 guaches preparatorie, inedite sino ad ora, che si caratterizzano per una freschezza e una immediatezza di segno e per un grande fascino E’ sorprendente come sia possibile cogliere nelle  guaches, soprattutto nell’intuizione dello spazio, la predilezione per scelte unidimensionali dell’artista che non impediscono, pur in assenza di intenzioni prospettiche, il raggiungimento di esiti quasi realistici in forza di una rappresentazione immaginifica e fortemente evocativa. Il Museo Diocesano propone tutto ciò all’interno di un allestimento straordinario, costituito da una grande arca che ripropone il tema biblico desunto dal libro dell’Esodo.





INCONTRI D'AUTUNNO - SUI PASSI DI SAN BENEDETTO


Iniziano questa sera alle ore 20.30 alla Casa del Giovane di Ghedi gli Incontri di Autunno di ART&religiosità.
Questa sera si parlerà delle due ville diTivoli: Villa Adriana e Villa d'Este.

Villa Adriana
La regina delle ville imperiali dell'antica Roma, fatta costruire dall'imperatore Adriano, che ne seguì personalmente il progetto (118-138 d.C.), a partire dalla ristrutturazione di una precedente villa repubblicana. E' costituita da un insieme di costruzioni monumentali, vie, specchi d'acqua, terme, biblioteche, teatri, templi che avevano colpito l'imperatore nei suoi numerosi viaggi nelle province dell'impero. Si tratta di una vera e propria città estesa su di un'area di circa 300 ettari, nella quale il grandioso complesso si presenta diviso in quattro diversi nuclei. La Villa Adriana, voluta dall'Imperatore Adriano, era certamente ispirata alla Domus Aurea di Nerone, la grandiosa reggia romana quasi completamente distrutta dopo la morte dell'imperatore. Adriano seppe fondere la raffinatezza ellenistica con la pratica capacità di governo di cui i romani avevano dato prova nell'amministrazione dell'impero.Dopo la morte di Adriano, avvenuta nel 138 d.C., la villa continuò a far parte dei beni della Casa Imperiale. Nei secoli successivi subì un lento declino e fu spogliata dei suoi marmi, utilizzati in molti edifici e chiese medievali. All'inizio del `700 gran parte della villa fu acquisita dalla casata Conte che iniziò una campagna di scavi e la adornò con cipressi e viti. Dopo l'unità d'Italia (1870) la villa passò al Demanio statale.
Relatore prof. Paolo Bonini - Archeologo

Villa d'Este

La villa d'Este di Tivoli è un capolavoro del Rinascimento italiano e figura nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. La villa fu voluta dal cardinale Ippolito II d'Este, figlio di Alfonso I e di Lucrezia Borgia. La storia della Villa è legata alle vicende del cardinale: per l'essenziale contributo dato dal cardinale d'Este alla propria elezione, nel 1550, Papa Giulio III del Monte volle ringraziarlo nominandolo governatore a vita di Tivoli e del suo territorio. Il cardinale arrivò a Tivoli il 9 settembre e vi fece un'entrata trionfale, scoprendo però che la residenza del governatore era un vecchio e scomodo convento benedettino, allora tenuto dai francescani, parzialmente riadattato. Ippolito grande cultore di antichità romane, era molto interessato ai reperti che abbondavano nella zona. Sicché decise di trasformare il convento in una villa.
I lavori della Villa furono affidati all'architetto Pirro Ligorio affiancato da un numero impressionante di artisti ed artigiani e la sua realizzazione seguì le vicissitudini curiali del cardinale governatore.
Il cardinale ebbe appena il tempo di godersi la solenne inaugurazione della villa avvenuta nel settembre del 1572, con la visita del papa Gregorio XIII, e poi morì, a dicembre dello stesso anno.       I primi proprietari della villa, furono tre cardinali d'Este governatori di Tivoli: il fondatore, Ippolito II, Luigi fino al 1586 e infine Alessandro, fino al 1624. Quest'ultimo realizzò manutenzioni e innovazioni decorative, tra le quali è degno di nota l'apporto di Gian Lorenzo Bernini.Successivamente la villa e i suoi impianti, passati agli Asburgo, furono lasciati deperire e le collezioni antiquarie furono disperse, fino a quando un Gustav Adolf Hohenlohe-Scillingsfürst, a metà '800, se ne innamora, la ripristina e per il resto del secolo la pone di nuovo al centro di intense attività artistico-mondane.
Nel 1918, dopo la prima guerra mondiale la villa passò allo Stato Italiano che diede inizio ad importanti lavori di restauro, ripristinandola integralmente ed aprendola al pubblico.Un'altra serie di restauri fu invece eseguita nel secondo dopoguerra per riparare i danni fatti da alcune bombe cadute sul complesso durante l'ultimo conflitto mondiale.
Relatrice prof.ssa Margherita Sommese - Architetto



ANGELI TRA CIELO E TERRA



ANGELI TRA CIELO E TERRA
 Una mostra viaggio nella spiritualità delle icone
A Ghedi presso l’auditorium della BCC - Piazza Roma
Dal 18 ottobre al 02 Novembre 2014

Gli angeli riportano alla condizione umana, da sempre in bilico tra finito ed infinito, immanente e trascendente, terreno e non terreno, e da sempre alla ricerca della sacralità che è insita nella vita.
Una mostra dal significato attuale perché ci costringe a gettare lo sguardo sulla dimensione dell’invisibile, che non vuol dire inesistente, ma spirituale. Una dimensione che la cultura tecnicistica contemporanea tende a ridurre come inesistente perché non controllabile dal punto di vista dell’indagine scientifica”. “Gli angeli che tornano oggi nella nostalgia dell’umanità anche attraverso varie pubblicazioni, ci provocano dicendo che dobbiamo proiettare il nostro sguardo oltre il visibile”.
L’intento del Gruppo di animazione Culturale Nexus insieme al maestro iconografo Luciano Baiguera è quello di stimolare l’interesse per gli aspetti storico-telogici dell’arte iconografica ma anche quello di metterla a confronto con una interpretazione del tema in chiave moderna.
Cinque i settori tematici in cui è articolata la mostra, ripercorrendo la presenza angelica nelle Sacre Scritture: attraverso una pregiata selezione di icone sacre che spaziano dal XVIII° al XIX° secolo, messe a confronto con icone contemporanee. In una terza sezione si propone la rappresentazione degli angeli da parte di artisti contemporanei che ne hanno dato una interpretazione personale, sarà presente una sezione dedicata alle opere della Parrocchia di Ghedi con una selezione di bozzetti scultorei pensati per la parrocchia dallo scultore ghedese Bozzoni, alcune inedite e mai realizzate. Per ultima, non certo per importanza ma solo per cronologia, sarà presente uno stralcio della mostra “SEVER SPIRIT OF GOD” di Paolo Linetti proveniente da una collaborazione con il museo Diocesano di Brescia.
La mostra curata da Luciano Baiguera e Margherita Sommese verrà inaugurata sabato 18 ottobre alle ore 20.30.
L’inaugurazione della mostra sarà preceduta da una conferenza introduttiva e da una performance di danza contemporanea a cura di “Nuage teatro in movimento” di Manerbio. Al termine della conferenza della serata inaugurale verrà fatta per i presenti una visita guidata in anteprima. Durante l’apertura saranno organizzate, su prenotazione, visite guidate riservate a Scuole, ad associazioni e a gruppi precostituiti. Alcuni eventi paralleli faranno da cornice e da arricchimento a questa iniziativa: nella serata del 28 ottobre ’14, nella chiesa della Campagnola in Ghedi, una lectio magistralis degli autori Paola e David La Fede sarà l’occasione per far riscoprire alla comunità il notevole ciclo iconografico contemporaneo ivi realizzato attraverso la lettura di alcune opere a tema angelico.
La mostra chiuderà il 02 Novembre e sarà aperta nei seguenti giorni e orari:
Orari:    Venerdì - Sabato e Domenica ore 09.00 – 12.00    15.00 – 18.30
                Giovedì  09.00 – 12.00
Gli altri giorni apertura per gruppi con visita guidata su prenotazione, prenotazioni entro il 18 ottobre 2014.    
Per informazioni e prenotazioni: nexusghedi@gmail.com

                                                                     tel. 3394772347 (ore serali)